La sagra del totano a Capraia



Un piccolo paradiso per velisti

Capraia è un isolotto vulcanico nel Canale di Corsica, il meno popolato del paese. Le sue coste rocciose nascondono grotte e insenature erose dal mare e inaccessibili via terra.

La Sagra del Totano a Capraia

La prima volta che vi arrivai era di luglio e il caldo era soffocante. Navigando in barca a vela sotto il sole e con il vento al traverso dalla costa Toscana si sentiva solo il profumo del salmastro, ma avvicinandoci alla costa in un lampo il profumo cambiò… un profumo potentissimo di macchia mediterranea, di mirto, rosmarino, terra e chissà cos’altro ancora, era incredibile come quel piccolo e grande scoglio di Capraia potesse palesarsi in quel modo, un’oasi di terra nel mare.

La Sagra del Totano

Altra cosa è navigare fino a Capraia tra il mese di ottobre e novembre, ma, a sorpresa, non meno affascinante! Chi si imbarca in questa stagione lo fa solitamente per prendere parte alla Sagra del Totano, un classico che fonde passione per il mare ed enogastronomia.

L’inverno scorso l’associazione velica della quale fatto parte, Vento in Poppa, ha formato un equipaggio, composto da habitués dell’evento, e mi sono iscritto senza esitare. Il giovedì mi sono quindi imbarcato a Piombino in compagnia del fantastico “gruppo della Sagra del Totano”: Marcone, Davidone, il Ga, il Pippo, Il Mame e due amici gemelli di Marcone e abbiamo levato gli ormeggi alla volta di Capraia.

Continua a leggere su silvias-trips.it 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *