Regate di Primavera: prima prova


regate di primavera la spezia

Eccoci qui, finalmente a parlare di vela e regate dopo la lunga pausa invernale dove abbiamo coltivato buone abitudini eno-gastronomiche! Sono finalmente iniziate le Regate di primavera di La Spezia dove quest’anno partecipiamo con due imbarcazioni: l’ormai classica Helènica e Adrasto, un first 36.7.Il weekend parte in salita: il sabato le condizioni le condizioni meteo sono proibitive per fare allenamento e trovare la sincronia nei due equipaggi. Questi sono infatti un misto di affezionati e volti nuovi e non è facile trovare subito l’intesa. Helènica parte anche con una defezione: Raffaella (sì, ci sono anche donne che fanno le regate) è vinta dall’influenza e deve dare forfait (a presto Raffa!).

Addio randa!

Comunque, Sabato c’è vento forte da sud, con raffiche ben oltre i 30 nodi, mare formato fuori dalla diga foranea e pioggia battente. Davide, timoniere di Adrasto, sfida gli elementi ed esce verso Portovenere per fare allenamento, mentre Pier tiene Helènica all’interno della diga. La prudenza purtroppo non paga: alla seconda strambata… Addio randa e tutto da rifare! L’allenamento riprende nel pomeriggio ma di nuovo le vele non reggono il vento forte ed Helènica deve arrendersi ad Eolo e tornare in porto per evitare ulteriori danni.

La domenica il meteo è più clemente: non piove più ed ha fatto finalmente capolino il sole, il vento è girato e spira da nord, ancora forte ma senza i picchi del giorno precedente ed infine il mare si è placato.

La prima delle due regate previste per la giornata prende il via poco dopo le 11 del mattino: un bastone da percorrere due volte per un totale di poco più di tre miglia nautiche. La regata è veloce e in poco meno di 40 minuti Teseo 2000 taglia il traguardo. Helènica, in ritardo sulla linea di partenza, debutta con un buon quarto posto mentre Adrasto si deve accontentare del nono posto.

Falchetta in acqua!

Falchetta in acqua!

Giusto il tempo di una breve pausa per riposizionare le boe e parte la seconda regata. Il forte vento continua a spingere le barche e gli equipaggi al limite ed i rischi di straorza sono concreti ad ogni raffica, ma la seconda regata è ancora più veloce della prima. L’imbarcazione Sanira arriva in poco più di 36 minuti e grazie al rating favorevole si aggiudica la prova. Tutte le imbarcazioni arrivano al traguardo entro 10 minuti dalla prima: Helènica guadagna un soddisfacente terzo posto, grazie alle scelte tattiche controcorrente di capitan Pier. Adrasto è per la seconda volta nono: l’equipaggio nuovo e una barca dal gran potenziale ma che perdona pochissimo non rendono giustizia all’impegno di capitan Davide e del suo team.

Tra due settimane si replica quindi… buon vento ai nostri due equipaggi!!

Nella sezione Gallery, le foto della giornata di regate.

Di seguito i risultati delle due prove ORC Gran Crociera dove gareggiano i nostri equipaggi. I risultati completi sul sito del Comitato dei Circoli Velici del Golfo di La Spezia.

Classifica prova 01 del 22-02-15 Classifica prova 02 del 22-02-15

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *